giovedì 6 aprile 2017

ITALIA: GRANO RADIOATTIVO E OGM DA UCRAINA, RUSSIA, ROMANIA E CANADA - Gianni Lannes

Va sempre peggio. 31 anni dopo il disastro nucleare di Chernobyl, il belpaese seguita ad importare sempre più frumento contaminato e manipolato. I controlli dell’Istituto superiore di sanità sono addirittura inesistenti, relativamente alla contaminazione radioattiva del grano trasformato in pasta e pane e così via. Nel frattempo Barilla, Divella, De Cecco, Granoro, Tamma, Casillo ed altri non hanno risposto ai miei quesiti in materia. Hanno forse qualcosa da nascondere i pastai tricolore che si oppongono all’etichettatura del luogo di coltivazione del grano sui pacchi di pasta? Questa inchiesta in dirittura d’arrivo mi è stata ufficialmente commissionata dall’associazione Granosalus.
Ecco la situazione odierna nei porti dello Stivale, isole comprese che incorona Ravenna come capitale tricolore del fenomeno. Le navi utilizzate per questo commercio di pessima mercanzia, sono spesso portarinfuse e carrette del mare che trasportano anche rifiuti pericolosi e battono nel 100% dei casi bandiera ombra, ossia fuorilegge...

Nessun commento:

Posta un commento